Eventi

I COLORI RITROVATI IL RESTAURO DEGLI AFFRESCHI DI PALAZZO MINISCALCHI

I COLORI RITROVATI
IL RESTAURO DEGLI AFFRESCHI DI PALAZZO MINISCALCHI

CICLO DI CONFERENZE

Prenderà avvio giovedì 5 maggio alle ore 17:30 il ciclo di incontri organizzato in occasione della mostra “I colori ritrovati. Il restauro degli affreschi di Palazzo Miniscalchi”.
Quattro incontri, promossi da Fondazione Museo Miniscalchi-Erizzo con il patrocinio dell’Università di Verona - Dipartimento di Culture e Civiltà, per approfondire alcune tematiche trattate nel percorso espositivo: dalle tecniche di restauro, alle committenze artistiche commissionate dalla famiglia Miniscalchi, la Verona di Ruskin ed infine l’origine e lo sviluppo di Palazzo Miniscalchi

 5 Maggio 2022, ore 17:30

MASSIMO TISATO
Presentazione del restauro: tecniche e metodologie

Il restauratore Massimo Tisato durante la conferenza parlerà della tecnica del “buon fresco”, particolarmente diffusa nel secolo XVI, epoca in cui è stata realizzata la facciata di Palazzo Miniscalchi. Si soffermerà poi ad analizzare le tecniche, le metodologie e i materiali impiegati nelle diverse fasi operative che hanno portato al restauro degli affreschi e degli elementi lapidei presenti in facciata. 

Massimo Tisato ha conseguito il diploma/laurea presso la Scuola di Restauro di Botticino (Bs). È titolare e direttore tecnico della Ditta Tisato Massimo Restauri che opera da trent’anni nel campo del restauro di opere d’arte quali dipinti murali, stucchi, apparati lapidei, dipinti su tela e su tavola, opere d’arte in legno e in metallo.  Palazzo Grimani ed i Sottoporteghi di Rialto a Venezia, la Cattedrale, vari lotti dell’anfiteatro Arena, Palazzo del Capitanio, Palazzo della Ragione e Palazzo Maffei di Verona, il Palazzo della Gran Guardia e l’Arena Romana di Padova, sono solo alcuni tra le opere d’arte più importanti restaurate in questi anni di attività. 

12 Maggio 2022, ore 17:30 

ALESSANDRA ZAMPERINI
Creare per apparire: i Miniscalchi committenti d’arte

Nel corso della conferenza Alessandra Zamperini parlerà delle committenze artistiche avviate dalla famiglia Miniscalchi a partire dal momento in cui riuscirono nella fortunata impresa di ottenere visibilità sociale, politica ed economica. Oltre alla facciata affrescata di Palazzo Miniscalchi, diverse sono le testimonianze presenti a Verona della volontà, da parte della famiglia, di affermarsi sulla scena cittadina attraverso le opere di celebri artisti.

 Alessandra Zamperini insegna Introduzione alla Storia dell’Arte, Storia dell’Arte Veneta e Iconografia della moda femminile presso l’Università di Verona. I suoi interessi riguardano questioni di iconografia, iconologia, committenza, analizzate alla luce della ricerca d’archivio, con particolare attenzione all’arte veneta dal Quattro al Cinquecento, nonché al recupero dell’antico nell’arte moderna e all’interazione tra moda e politica.

 

19 Maggio 2022, ore 17:30

GIUSEPPE SANDRINI
Una città invisibile: la Verona di Ruskin

 Nel corso del suo intervento Giuseppe Sandrini racconterà del profondo interesse che il noto viaggiatore inglese John Ruskin provava per la città di Verona, per i suoi monumenti ed edifici, in particolare quelli gotici in tutte le loro declinazioni. Disegnatore inquieto e dotato, Ruskin realizzò nel corso dei suoi numerosi viaggi un gran numero di copie delle architetture che più lo affascinavano, tra queste anche un acquerello dedicato alla facciata affrescata di palazzo Miniscalchi.

Giuseppe Sandrini è docente di Letteratura italiana moderna e contemporanea all’Università di Verona. I suoi principali argomenti di ricerca sono: Leopardi, Manzoni e la loro eredità nel Novecento; la presenza dei classici nella letteratura moderna e contemporanea; il rapporto tra la letteratura e il paesaggio italiano; la poesia del Novecento; le scrittura autobiografiche (diari, lettere); gli archivi degli scrittori.

 

26 Maggio 2022, ore 17:30

 DANIELA ZUMIANI
Prime considerazioni sulla genesi del Palazzo rinascimentale dei Miniscalchi

Daniela Zumiani relazionerà in merito ai primi risultati delle ricerche da lei condotte, anche attraverso documenti di archivio, sullo sviluppo di Palazzo Miniscalchi dalla costruzione avvenuta intorno alla metà del Quattrocento sino alla decorazione con affreschi della facciata, datata intorno agli anni Ottanta del Cinquecento.

 Daniela Zumiani, già docente di Storia dell'Architettura e del Paesaggio all’Università di Verona, insegna Storia dell'Architettura all’istituto Santa Paola di Mantova. È autrice di numerosi saggi e volumi, tra questi ricordiamo Shakespeare e Verona. Palazzi e cortili della Verona medioevale, Ca' Montagna: una dimora signorile fra medioevo e primo rinascimento.

 

Fondazione Museo Miniscalchi-Erizzo, Sala Conferenze, Via San Mamaso 2 A

Per info: 045-8032484 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Per informazioni / For information

Fondazione Museo Miniscalchi-Erizzo
Via San Mammaso 2/a - 37121 Verona
Tel  +39 045.8032484
C.F. 80027160235
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.